Abbonamento e Ricaricabile: come funzionano

Abbonamento-ricaricabile-telefonico

Scegliere la giusta offerta è indubbiamente un fattore rilevante quando si cambia un piano telefonico. Generalmente gli utenti si interrogano sulla questione “Abbonamento o Ricaricabile” , vediamo di seguito quali sono i rispettivi vantaggi e benefici per una scelta consapevole e informata. 

L’abbonamento a un servizio di telefonia mobile prevede il pagamento in anticipo di un importo forfettario mensile. Al contrario, un’offerta ricaricabile prevede il pagamento mensile di un importo che sarà l’utente a scegliere. Inoltre, scegliendo una ricaricabile, è possibile decidere di passare ad un altro operatore o ad un’altra offerta senza vincoli. 

Scegliendo un abbonamento, una volta che la soglia di giga, minuti e sms prevista viene raggiunta, potrai ancora usufruire dei vari servizi pagando una tariffa supplementare. Perciò, ti consigliamo di scegliere un abbonamento se il tuo consumo è intensivo e costante nel tempo.

È consigliabile invece scegliere una ricaricabile se il tuo consumo è irregolare, in questo modo potrai aderire ad altre promozioni e offerte convenienti in qualsiasi momento. Inoltre, sarai libero di abbandonare l’operatore o l’offerta nel momento in cui ne troviamo una più interessante sul mercato. In questa maniera, potrai costruire il tuo piano telefonico nel tempo e adattarlo alle tue esigenze.

In questo periodo, la concorrenza sui prezzi nel settore della telefonia mobile cresce a vista d’occhio. Avere una ricaricabile può risultare, quindi, più pratico. Infatti, in questo modo potrai approfittare delle nuove offerte che nascono sul mercato da parte del tuo operatore o di altri operatori.

Tariffa con smartphone compreso

Dato l’aumento dei prezzi degli smartphone top di gamma, la maggior parte degli operatori telefonici propongono delle offerte associate a un nuovo telefono. Si ha quindi la possibilità di prendere uno smartphone pagandolo a rate, legandosi ad una particolare offerta, per un periodo che oscilla tra uno o due anni. A seconda dell’operatore e del telefono mobile scelto si dovrà pagare una parte in anticipo e una somma forfettaria ogni mese, in più dell’abbonamento o della ricaricabile.